Notizie »

Libia sempre di più vicino ad una guerra civile

Circa 16 persone sono morte questo sabato, assassinate da nuovi confronti tra differenti tribù nel sud della Libia, informarono fonti ufficiali e mediche.

Un medico dell’ospedale di Sebha, in effetti, affermò che circa “8 persone persero la vita ed altre 50 risultarono ferite”, mentre una fonte di un gruppo tribale ha riportato la morte di “altre 8 persone.”

“Non siamo riusciti a dormire ieri notte. Le tribù attaccarono Sebha attorno all’una di notte. La gente si armò per difendersi”, ha raccontato il medico della zona, Abdelrahman Al-Arich.

Da parte sua, Adem Al-Tebbaui, responsabile locale delle tribù, assicurò che il suo gruppo “rispettò la tregua, cosa che non fanno altre tribù da vari giorni”. Inoltre, Al-Tebbaui denunciò la “mancanza di elettricità e di acqua.”

Dopo la caduta di Muamar Gheddafi e l’instaurazione del governo del Consiglio Nazionale di Transizione (CNT), nel paese africano si sono complicate le relazioni tra le differenti etnie e tribù, che, secondo gli analisti, potrebbe implicare una nuova guerra civile.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*