Notizie »

Eurodeputati di sinistra esigono eliminare Posizione Comune contro Cuba

Eurodeputati del Gruppo Confederale della Sinistra Unita-Sinistra Verde Nordica hanno esatto l’eliminazione della chiamata Posizione Comune dell’Unione Europea (UE) contro Cuba, vigente dal 1996.

Il rifiuto dei legislatori del Parlamento Europeo a questa politica unilaterale e prepotente è stato evidenziato in un incontro qui con l’ambasciatrice cubana in Belgio e capo di missione davanti all’UE, Mirtha Hormilla.

I parlamentari si pronunciarono anche per il sollevamento del bloqueo mantenuto dagli Stati Uniti contro Cuba da cinque decadi e chiesero a Washington la liberazione dei Cinque cubani ingiustamente incarcerati in questo paese.

Fernando Gonzalez, Antonio Guerrero, Ramon Labañino e Renè Gonzalez sono stati condannati a sanzioni che vanno da un doppio ergastolo fino a 15 anni di privazione di libertà per monitorare le azioni contro Cuba dei gruppi violenti radicati in Florida.

A nome del Gruppo Confederale, il suo presidente Lothar Bisky, espresse la solidarietà verso la maggiore delle Antille e gli augurò successi nel processo di aggiornamento del modello economico.

L’ambasciatrice conversò coi deputati sui risultati della Conferenza Nazionale del Partito Comunista di Cuba, celebrata il passato 28 gennaio, come sul VI Congresso dell’organizzazione, realizzato in aprile del 2011.

Ugualmente abbordò la trascendenza della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC), creata in dicembre a Caracas.

Nell’incontro, eurodeputati della Germania, Spagna, Portogallo, Grecia ed altri paesi si informarono su diversi temi dell’attualità dell’isola ed espressero il loro appoggio alla Rivoluzione cubana.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*