Notizie »

Incomincio’ il #ConciertodelAmor nel Pabellon Cuba

Il #Conciertodelamor è già una realtà. Come era previsto, centinaia di giovani si sono dati appuntamento nel Pabellon Cuba per cantare all’amore. È il preludio di un 14 febbraio che promette essere diverso, come inusuali sono state le forme di convocazione per l’incontro che adesso si sta svolgendo: twitter, facebook, SMS, annunci di televisione, e probabilmente anche, tra innamorati, qualche messaggio scivolato all’udito in forma di sussurro.

La cosa certa è che l’idea cominciò a correre solo alcuni giorni fa e sembra avere entusiasmato gli abitanti di L’Avana.

Partecipanti sondati per Cubadebate predicono sorprese per le due ore in cui rimarranno riuniti, non solo perché, come si è annunciato, potranno condividere le sue foto e collocarle nella web attraverso i nostri canali, o perché l’evento si trasmetterà in streaming per tutto il mondo, ma anche perché l’originalità ha lasciato intravedere tutte le possibilità di realizzare un flash mob -variante che permette a molte persone, attraverso le reti sociali, eseguire simultaneamente un’azione in un stesso spazio fisico.

L’elenco dei cantanti è, probabilmente, un altro dei piatti forti per quelli che decisero di affrettarsi alla celebrazione del 14: da Raul Torres, ricordato per temi tanto antologici come “Candil de Nieve”, passando per Adrian Berazain -la cui popolarità e’molto alta tra i più giovani – fino a William Vivanco, già conosciuto in un tipo di musica che articola un dialogo di varie generazioni.

Cubadebate vi lascia per adesso con alcune delle prime foto fatte dalla nostra squadra, e promette aggiornarle coi visi, gli sguardi ed i sorrisi complici captati dalle macchine fotografiche ed i cellulari degli stessi innamorati partecipanti.

E se lei risiede a L’Avana, e non si accontenta di leggerci, forse è in tempo per partecipare con noi in diretta dal Pabellon Cuba.

Alla fine dei conti, tra persone che si amano, non è mai tardi per un #conciertodelamor.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*