Notizie »

Epilogo del #Conciertodelamor: un gran abbraccio tra innamorati

Nell’epilogo, un abbraccio. Fu commovente, tenero ed amoroso, giusto quello che era necessario per terminare il Concerto dell’Amore nel Pabellon Cuba, che segna il punto di partenza per il 14 febbraio. Nel cuore del Vedado, nella capitale cubana, non c’è stata nessuna lacrima. La speranza e la felicità hanno vinto qualunque vestigia di tristezza o nostalgia.

Centinaia di abitanti de L’Avana hanno cantato all’unisono All you need is love con Raul Torres, Adrian Berazain, Tony Avila ed altri invitati, e come parte di un fatto inedito condivisero nella web i loro baci ed abbracci fatti foto o video. Costanti sono stati i messaggi tra gli innamorati che perfino intasarono i computer installati nel Pabellon.

Risultò un’opportunità per dimostrare amore e dedicare sorrisi, baci ed abbracci alla libertà. Fu il momento ideale affinché tutti vibrassero con una storia tanto commovente come quella di Adriana e Gerardo o come quelle di alcune coppie che per trasformazioni della vita hanno visto interrotta la loro catena di amore.

Forse il maggiore abbraccio della notte arrivò col messaggio di Adriana, coi desideri tremendi di unione. “In questo giorno di felicità, storie e doni non trovo un regalo migliore per te che offrirti il mio futuro, perché sei già padrone del mio passato e del mio presente.”

Così profonde risultarono le sue parole che rimbombano nella web da ieri. Una sincera dimostrazione di amore, un sentimento che ci rende davvero umani ed immortali. Così abbiamo visto questo giorno, nel quale l’amore volò via al di sopra delle distanze, nel quale gli abbracci della gioventù nel Pabellon riempirono tutti i vuoti alla ricerca di un abbraccio reale per coloro che da quasi 14 anni, non hanno avuto l’opportunità di sentirlo.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*