Notizie »

Roberto Chile esorta gli artisti a creare per il Che

Roberto Chile

Roberto Chile

Roberto Chile, riconosciuto promotore audiovisivo cubano, convocò questo martedì agli artisti della plastica e trovatori del paese, a realizzare opere proprie per omaggiare Ernesto Che Guevara.

Chile chiamò i giovani artisti a “inventare il loro proprio Che” a partire da opere delle arti plastiche o la nuova canzone, a proposito del 45°anniversario della caduta in combattimento del Guerrigliero Eroico, in Bolivia, ed i 15 anni del suo ritorno dal fronte al Battaglione di Rinforzo.

L’obiettivo è creare un movimento in tutta l’Isola affinché gli artisti realizzino installazioni, disegni, sculture, fotografie e canzoni che riflettano la loro visione del Che universale che non è solo un viso, né un’immagine, bensì un uomo di pensiero ed essere umano eccezionale.

Possono sommarsi studenti delle scuole delle arti plastiche, istruttori di arte, creatori devoti e trovatori di tutte le generazioni, aggregò Chile, che partecipò come invitato nello spazio “Guevarianos del Alba” nella Casa dell’Alba Culturale, in questa città.

L’autore di diverse opere audiovisive che riflettono la contemporaneità dell’Isola, ricordò il progetto che sviluppò nell’anno 2010 con motivo del cinquantenario della foto del Che Guevara che scattà il fotografo Alberto Diaz (Korda) al quale si sommarono 33 artisti della plastica.

“Ora pretendiamo di riprendere quell’omaggio, ma non solo con una foto specifica del Guerrigliero, bensì con altre captate da famosi professionisti della lente come Liborio Noval, Roberto ed Osvaldo Salas, Raul Corrales ed altri che lo plasmarono per la storia” disse Chile.

Ai 33 artisti che fecero inizialmente parte dell’esposizione Profezia, si incorporeranno altri come Vicente Bonachea, Ernesto Garcia Peña e probabilmente Nelson Dominguez, spiegò il famoso cameraman che lavorò per 30 anni col leader della Rivoluzione Fidel Castro.

Chile ha dialogato con giovani studenti di istituti pre-universitari della Capitale e Santiago Feliù Miranda, anfitrione dello spazio che si sviluppa nella Casona di Linea e D, il secondo martedì di ogni mese, col fine di promuovere la vita ed opera del Che Guevara.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

 

 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*