Notizie »

Michael Moore: “Gli USA sono stati fondati sul genocidio e sulla schiavitù”

Michael Moore

Michael Moore

In un pannello sulla povertà nell’Università George Washington, Michael Moore dichiarò che la classe ricca imprenditoriale negli USA necessita la povertà per sopravvivere, specialmente della gente di colore.”

“I suoi stivali hanno calpestato i colli delle persone di colore da quando cominciamo ad esistere”, ha detto Michael Moore mentre l’udienza dell’Università George Washington applaudiva. “Questa è una nazione fondata sul genocidio e costruita sulle spalle degli schiavi, bene, cosicché cominciamo col problema razziale”, ha affermato.

“Questo paese non avrebbe avuto mai la ricchezza che ha, se non avesse avuto la schiavitù per circa duecento anni”, ha aggiunto. Moore rispondeva ai commenti formulati dagli alunni e dal professore di Princeton, Cornel West, che ha definito la povertà negli USA come “moralmente oscena”, ha recensito Patria Grande.

“Se si trattasse solo di una questione di negra o gialla o rossa (gente), saremmo voci nel deserto”, disse West, “Perché mentre c’è un viso di colore negro o giallo nella povertà, non lo consideriamo (…) Se c’è un viso bianco di classe media, allora è ‘Oh, abbiamo adesso un problema, dobbiamo combattere con alcune cose!.”

West espresse che il movimento ‘Occupy ‘ mostrò la possibilità di alzarsi e parlare del tema della povertà e la disuguaglianza economica. Durante l’evento West e Moore si alternarono per promuovere la rivoluzione sociale e politica contro le imprese statunitensi.

Il pannello è stato patrocinato dal presentatore di televisione Travis Smiley della rete televisiva PBS e trasmesso nella televisione pubblica agli inizi della settimana scorsa.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*