Notizie »

Cuba: più di 500 richieste di crediti bancari concesse alle persone naturali

Circa 530 richieste sono state approvate in appena un mese di entrata in vigore del decreto 289, per la consegna di crediti alle persone naturali ed altri servizi bancari in Cuba, informarono oggi fonti ufficiali.

Nell’abituale programma televisivo “La Mesa Redonda”, il vicepresidente della Banca Centrale di Cuba, Francisco Mayobre, sottolineò l’alta affluenza agli uffici che caratterizza il processo fino al momento.

Precisò in questo senso che accorsero alle succursali dell’istituzione per ottenere informazioni sul tema più di 92 mila 800 persone e che di tre mila 173 richieste si approvarono fino alla settimana anteriore 526.

Queste ultime rappresentano un importo di 3,6 milioni di pesos, indicò il funzionario, che assicurò che il maggiore interesse per i crediti è diretto all’acquisto di materiali di costruzione ed il pagamento della manodopera.

C’è anche una gran proporzione di lavoratori autonomi e di piccoli agricoltori, interessati nei prestiti per sviluppare le loro attività produttive.

Mayobre spiegò il fatto innovativo di questa nuova politica che come stabilisce la Linea Guida economica e sociale numero due, riconosce questo diritto a coloro che esercitano un lavoro autonomo ed a quelli che eseguono altre forme di gestione non statale.

Indicò anche che i finanziamenti si concedono a partire da tre mila pesos cubani, con termini di ammortamento che non eccedano i 18 mesi per i casi di necessità di capitale di lavoro, e di cinque anni in quelli degli investimenti.

Questi finanziamenti permettono a questo settore crescente della società, la possibilità di acquisire beni, materie prime, strumenti che sono loro necessari per sviluppare la loro attività, sostenne.

Il funzionario riferì che si abilitarono più di 500 succursali nel paese per fare questo tipo di richieste.

Nel programma intervenne anche il presidente della Banca Popolare di Risparmio, José de Alari che ha precisato che questa banca ha stabilito 200 succursali e lo stesso numero di case di risparmio, una buona parte con orari estesi dal lunedì al sabato.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*