Notizie »

Amnesty Internacional chiede ad Obama che chiuda Guantanamo

Amnesty International (AI) ha chiesto oggi al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che chiuda la prigione di Guantanamo (illegalmente ubicata a Cuba) e metta fine a questo “attacco sistematico contro i diritti umani”, in vigilia del decimo anniversario del trasferimento dei primi carcerati a quella base.

In un comunicato, AI, con sede a Londra, annuncia gli atti previsti con motivo dell’anniversario che si realizza l’11 gennaio 2012 e che includono la pubblicazione di un’esaustiva relazione sul centro di detenzione e la messa in scena di fronte alla Casa Bianca (USA) di una catena umana di volontari vestiti con la tuta arancio che portano i reclusi a Guantanamo.

Amnesty ricorda che, a dispetto della promessa di Obama di chiudere la prigione statunitense ubicata a Cuba il 22 gennaio 2010, a metà di questo mese ci sono ancora dentro 171 detenuti.

Al meno dodici di questi sono stati trasferiti a Cuba l’11 gennaio 2002, da quasi dieci anni, ha osservato l’organizzazione.

Secondo AI, uno di questi compie un ergastolo dopo essere stato condannato per una commissione militare, ma il resto non sono stati neanche accusati.

Nella sua relazione “Una decade di violazioni dei diritti umani”, Amnesty denuncia il trattamento illegale dei carcerati reclusi a Guantanamo e dettaglia “dieci messaggi contrari ai diritti umani” che il centro continua inviando al mondo.

Inoltre, conterà il caso di cinque vittime, i sauditi Abd Al Rahim Hussayn Al Nashiri e Abu Zubaydah, lo yemenita Musa’ab Omar al Madhawani, il mauritano Mohamedou Ould Slahi e l’etiope residente nel Regno Unito Binyam Mohamed.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*