Notizie »

Rafael Correa abbandona una sessione del Vertice Ibero-americano in rifiuto alla Banca Mondiale

Rafael Correa nel Vertice Ibero-americano

Rafael Correa nel Vertice Ibero-americano

Il presidente dell’Ecuador, Rafael Correa, abbandonò le sessioni del Vertice Ibero-americano questo sabato ad Asuncion durante l’intervento della vicepresidente della Banca Mondiale per l’America Latina, Pamela Cox, dopo accusarla di avere “ricattato” il suo paese nel passato.

“In un forum ibero-americano perché devo ascoltare i sermoni della vicepresidente della Banca Mondiale che ricattò apertamente il mio paese”, dichiarò Correa prima di ritirarsi dalla sala.

Il mandatario ricordò un episodio del 2007, quando espulse il rappresentante della Banca Mondiale (BM) dall’Ecuador a causa del fatto che questa entità decise non concedergli un prestito di 100 milioni di dollari concessi a questo paese nel 2005.

In quell’epoca Correa era il ministro dell’Economia e dopo, già al potere, assicurò che la decisione era stata una rappresaglia per riformare un fondo per il pagamento del debito estero.

“Questa signora mi ha detto: ‘non le diamo il credito perché ha cambiato la politica”, dichiarò Correa, esaltato, insistendo che non capiva perché doveva ascoltare una burocrate internazionale.”

“Al meno che incominci chiedendo scusa per il danno che ha fatto all’America Latina, ed ai paesi del pianeta, ma non capisco perché succeda tutto ciò, signore presidente”, disse dirigendosi al mandatario anfitrione Fernando Lugo.

Correa si ritirò della sala, mentre Lugo tentò di coprire l’incidente dicendo che il Vertice Ibero-americano “è un forum aperto, ampio dove si ascoltano le persone, le idee.”

Cox si mantenne in silenzio durante l’intervento del mandatario ecuadoriano, e nel suo discorso non si riferì alle accuse.

Tuttavia, più tardi, il portavoce della Banca Mondiale Sergio Jellinek si dispiacque di quello che chiamò “un attacco personale” di Correa contro la responsabile per l’America Latina dell’entità.

“L’attacco di Correa è stato personale e ci dispiacciamo molto per tutto ciò”, “è stato fuori luogo, fuori dal contesto”, ha segnalato il portavoce alla stampa nei corridoi del vertice.

Il presidente ecuadoriano si incorporò nuovamente alle sessioni dopo l’incidente, e nel suo discorso tornò a caricare contro la delegata della Banca Mondiale e l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), il cui rappresentante stava nella sala.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*