Notizie »

Camila Vallejo: stiamo in permanente mobilitazione

La portavoce della Confederazione degli Studenti del Cile (Confech) Camila Vallejo assicurò oggi che la protesta sociale si mantiene nel paese sud-americano come strategia essenziale di lotta contro il modello socio-politico. Stiamo in permanente mobilitazione, sottolineò Vallejo in un’intervista trasmessa questo mercoledì dalla catena Telesur ed in mezzo ad un’apparente tregua del conflitto educativo, dopo l’invito a dialogare formulato da La Moneda.

Non smobilitiamo perché se non siamo mobilitati non abbiamo capacità di dialogo né di niente, segnalò in forma categorica la presidentessa della Federazione degli Studenti dell’Università del Cile.

Sulle domande presentate al governo, ha detto che il mondo sociale si aspetta che ci sia volontà politica davanti a differenti temi, anche se è chiaro che ci sono posizioni ideologiche distinte e paradigmi molto diversi. Parlare di educazione è anche parlare di ideologia, delimitò.

Rimarcò l’emblematica dirigente che si può continuare con una postura idonea alla de-municipalizzazione dell’educazione senza privatizzare: che le scuole municipali passino a dipendere dallo Stato con risorse che permettano loro di migliorare in qualità.

Circa le caratteristiche di un’istanza di dialogo col governo, considerò che dovrà essere trasparente e pubblica perché tutta la società è in attesa di questo conflitto.

Il portavoce di Confech si riferì anche all’alta manipolazione mediatica nel paese e come si è insistito nell’idea di demonizzare la protesta sociale.

(Prensa Latina)

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*