Fidel riflessioni »

SETTE GIORNI SENZA MORTI PER COLERA

Ieri ho spiegato che ad Haiti erano decedute 1.523 persone a causa del colera e le conseguenti misure adottate dal Partito ed il Governo di Cuba.

Non pensavo di scrivere oggi una parola sul tema. Desisto tuttavia da quell’idea, per elaborare una breve Riflessione sul tema.

La Dottoressa Lea Guido, rappresentante dell’OPS-OMS a Cuba – in questo momento rappresentante d’entrambe le organizzazioni nei due paesi e persona di grande esperienza -, ha dichiarato nel pomeriggio di oggi che nelle attuali condizioni di Haiti s’aspettava che l’epidemia colpisse 400 mila persone.

D’altra parte, il Vice Ministro della Salute di Cuba e Capo della Missione Medica Cubana, l’ambasciatore del nostro paese ad Haiti ed altri compagni della Missione, si sono riuniti tutto il giorno con il presidente René Preval, la Dottoressa Lea Guido, il Ministro della Salute haitiano ed altri funzionari cubani ed haitiani, elaborando le misure che saranno urgentemente applicate.

La missione medica cubana s’occupa di 37 centri che stanno affrontando l’epidemia, in cui sono stati curati finora 26.040 persone colpite dal colera; con la Brigada “Henry Reeve”, a questi saranno aggiunti altri 12 centri, per un totale di 49, con 1.100 nuovi letti, in tende progettate ed costruite espressamente in Norvegia ed in altri paesi, già acquistate con i fondi per affrontare il terremoto, e che il Venezuela ha consegnato a Cuba per la ricostruzione del sistema sanitario haitiano.

Ieri sera è arrivata dal Dottor Sommariba una notizia incoraggiante: negli ultimi 7 giorni non vi è stato un solo decesso per colera nei centri gestiti dalla missione medica cubana. Tale indice è impossibile mantenerlo, poiché altri fattori possono incidere su questo risultato, però offre un’idea molto confortante dell’esperienza acquisita, dei metodi adeguati e del grado d’abnegazione raggiunti.

Siamo altrettanto contenti che il presidente René Preval, il cui mandato termina il 16 gennaio prossimo, abbia preso la decisione di trasformare la lotta contro l’epidemia nell’attività più importante della sua vita, trasmettendola così al popolo di Haiti ed al Governo che gli succederà.


Fidel Castro Ruz
27 Novembre 2010
9 e 56 p.m.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*