Fidel riflessioni »

238 MOTIVI PER ESSERE PREOCCUPATO (SECONDA PARTE)

Giugno 21:

“(AFP).- Il Brasile ha rinunciato a continuare da mediatore nel tema nucleare iraniano, dopo il rifiuto degli Stati Uniti ed altre potenze all’accordo di scambio che ha firmato nel maggio con Iran e Turchia, ha dichiarato questo lunedì il ministro degli Affari Esteri brasiliano, Celso Amorim, al giornale Financial Times.”

“(ANSA).- L’ex capo del Mossad tra 1989 e 1996, Shabtai Shavit,  ha affermato oggi che l’Israele dovrebbe prendere in considerazione un attacco preventivo contro l’Iran per distruggere i suoi impianti nucleari.”

Giugno 22

“(AFP).- Il governo statunitense ha chiesto questo martedì alle imprese private d’andare oltre le sanzioni ufficiali contro l’Iran e di ritagliare i loro controversi vincoli con Teheran, al tempo che Washington prepara un’altra serie di sanzioni contro la Repubblica Islamica.”

 Giugno 23:

“(ANSA).- L’Iran ha annunciato oggi che ha prodotto finora ‘più di 17 chili’ d’uranio arricchito al 20 percento, al tempo che la guida suprema, ayatollah Ali Jamenei, ha sostenuto che le ‘potenze arroganti’ s’oppongono al programma nucleare del suo Paese perché hanno timore di Teheran come ‘simbolo dei movimenti islamici del mondo’.”

Giugno 24:

“(EFE).- Il comandante dell’Armata del corpo elite dei Guardiani della Rivoluzione Islamica, generale Ali Fadavi, ha detto oggi che se gli USA ed i loro alleati ispezionano le navi iraniane in acque internazionali, ‘riceveranno una risposta adeguata nel Golfo Persico e lo Stretto d’Ormuz.’

“‘Gli USA ed i loro alleati non oseranno agire contro le navi iraniane e se commettono tale stupidità, in base alla risoluzione illegale che hanno approvato, loro stessi riceveranno una risposta adeguata dai Guardiani della Rivoluzione nel Golfo Persico e lo Stretto d’Ormuz’, ha affermato l’alto militare iraniano.

“Fadavi ha aggiunto che ‘l’Armata dei Guardiani della Rivoluzione dispone oggi di centinaia di imbarcazioni dotate da dispositivo di lancio di missili’.”

“(EFE).- Il Senato degli USA ha approvato oggi nuove sanzioni unilaterali contro l’Iran, dirette al suo settore energetico, ed anche a quelle imprese che faranno commercio con Teheran.”

Giugno 27:

“(ANSA).-  Il capo della CIA, Leone Panetta, ha fatto conoscere oggi che l’Iran è atto a costruire due bombe atomiche nell’arco di due anni, perché ha capacità sufficiente d’uranio arricchito per avanzare in quel piano, negato da Teheran.”            

Giugno 30:

“(REUTERS).- L’Iran ha avvertito i membri dell’Unione Europea delle ‘conseguenze gravi’ dovuto alla loro decisione d’imporre sanzioni più dure contro Teheran a causa del suo programma nucleare.”

Le note d’agenzia sull’Iran hanno raggiunto quel mese la cifra di 119.

Nel mese di luglio, lo scontro continuò ad inasprirsi. Davanti ad ogni misura addizionale, sollecitazione, sanzioni e minaccia imperialista, ha continuato crescendo la risoluta resistenza iraniana.

Luglio 1:

“(AFP).-  Le nuove sanzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite non impediranno l’Iran di proseguire il suo ‘programma nucleare pacifico’, ha affermato il ministro degli affari esteri iraniano Manuchehr Mottaki in una lettera ai 15 membri del Consiglio, nella quale ringrazia Brasile e Turchia per ‘resistere’ le ‘pressioni politiche’.”

“(ANSA).- Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha assicurato oggi che la nuova legge di sanzioni del suo Paese contro l’Iran è ‘un colpo al cuore’ della sua ipotetica capacità di sviluppare armi nucleari…

“Stiamo mostrando alle autorità iraniane che le loro azioni hanno conseguenze’, ha detto Obama, chi ha accusato Teheran d’adottare un atteggiamento ‘sfidante’…”

Luglio 3:

“(REUTERS).- Le ultime sanzioni contro l’Iran sono patetiche, ha detto sabato il presidente Mahmoud Ahmadinejad e ha detto alle potenze mondiali che sarebbero dispiaciute della loro  minaccia.”

Luglio 5:

“(AFP).-  Un responsabile iraniano ha annunciato lunedì che gli aeroporti della Gran Bretagna, Germania e gli Emirati Arabi Uniti si rifiutano di fornire combustibile agli aerei iraniani da passeggeri dopo le nuove sanzioni nordamericane…”

“L’agenzia ufficiale IRNA ha fatto sapere che l’aeroporto del Kuwait faceva la stessa cosa.

“… la suddetta misura s’applicava da giovedì scorso, in conformità  ‘alla decisione del Congresso statunitense che impone sanzioni sulla vendita di prodotti combustibili all’Iran’.

Luglio 6:

“(AP).- La Cina ha detto martedì che gli Stati Uniti ed altre nazioni non dovrebbero aggregare le loro sanzioni alle più recenti penalizzazioni imposte dalle Nazioni Unite all’Iran.”

Luglio 7:

“(AFP).- L’Iran ha riconosciuto questo mercoledì, per la prima volta, che le nuove sanzioni internazionali potrebbero frenare il suo polemico programma nucleare, compreso l’arricchimento d’uranio, ma ha assicurato che “non lo fermeranno.”

“(DPA).- L’Iran è disposto a riprendere il dialogo internazionale sul suo programma nucleare nel mese di settembre, ma solo se l’Unione Europea (UE) denuncia l’arsenale nucleare israeliano ed abbandona i suoi piani per imporre maggiori sanzioni a Teheran, secondo documenti resi pubblici oggi.”

Luglio 8:

“(AFP).- Il presidente iraniano, Mahmud Ahmadinejad ha qualificato mercoledì gli Stati Uniti di dittatore planetario prima d’attaccare l’Israele, poco dopo il suo arrivo alla Nigeria per partecipare ad un vertice del D-8, che raggruppa otto paesi musulmani in sviluppo.

” Gli Stati Uniti si sono proclamati capo del mondo e tutti sanno che un’autorità proclamata da sé stessa è una dittatura’…”

“(AFP).- Il presidente statunitense, Barack Obama, ha dichiarato in un’intervista diffusa giovedì nella televisione israeliana che è improbabile che l’Israele attacchi gli impianti nucleari dell’Iran senza informare in anticipo gli Stati Uniti.

“‘È inaccettabile che l’Iran possieda armi nucleari, e noi faremo il meglio per impedire che questo succeda’, ha dichiarato mercoledì Obama al canale 2 israeliano.”

“(DPA).-  Un Iran con armi nucleari sarebbe più pericoloso dell’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda, secondo ha assicurato oggi il primo ministro israeliano, Benjamín Netanyahu, a New York.

“‘I soviet avevano migliaia di armi atomiche, ma erano anche razionali e prevedibili. L’Iran non lo è’, ha segnalato Netanyahu davanti al ‘think tank’ Council on Foreign Relations.”

Luglio 12:

“(ANSA).- L’Iran insiste che Brasile e Turchia dovranno partecipare ad una ripresa dei negoziati del loro programma nucleare, ha sottolineato il ministro degli Affari Esteri, Manuchehr Mottaki, citato oggi da Press TV.”

Luglio 15:

“(EFE).- La possibilità d’un attacco israeliano contro l’Iran per il programma nucleare di questo Paese si è incrementata fortemente, ma le sue conseguenze sarebbero devastatrici e porterebbero ad una guerra prolungata con ‘implicazioni regionali e globali.’

“Tali sono le conclusioni di uno studio intitolato ‘Azione Militare contro l’Iran:  Impatto ed Effetti’ , fatto dal centro di studi britannico ‘Oxford Research Group’, secondo il quale le conseguenze sarebbero tanto gravi che occorre cercare il modo di  risolvere quella crisi per vie non militari.”

Luglio 16:

“(EFE).- Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha condannato oggi gli attentati terroristici perpetrati in una moschea scií nel sud-est dell’Iran, laddove sono morte almeno 20 persone e più di 100 sono rimaste ferite.”

“(EFE).- I ministri degli Affari Esteri del Giappone e del Brasile sono stati d’accordo oggi sulla necessità di mantenere ‘una finestra di dialogo’ aperta con l’Iran, hanno informato fonti ufficiali nipponiche.”

Luglio 17:

“(AFP).- L’Iran ha accusato questo sabato i paesi occidentali ed Israele di stare dietro il doppio attentato suicida che ha causato 27 morti giovedì nel sud-est del Paese, anche se l’Unione Europea e gli Stati Uniti l’hanno condannato.”

“(REUTERS).- Gli Stati Uniti avranno conseguenze negative dopo un mortale attacco con bomba successo a sud-est dell’Iran, ha detto un alto comandante della Guardia Rivoluzionaria, citato  sabato da un’agenzia semiufficiale di notizie iraniana.”

Luglio 19:

“(EFE).- Critica il presidente del Parlamento dell’Iran, Ali Larijani, la ‘ingiusta’ struttura di potere ‘nell’arena internazionale’, quello che dal suo avviso ha portato ‘all’uso strumentalizzato’ degli organismi internazionali”…”

Luglio 20:

“(AP).- Il parlamento dell’Iran ha autorizzato martedì ispezioni di rappresaglia contro i paesi che ispezioneranno il carico di navi ed aerei iraniani come parte delle nuove sanzioni delle Nazioni Unite per il programma nucleare di Teheran.”

Luglio 21:

“(AFP).- La guida suprema iraniana, Alí Jamenei, ha chiesto mercoledì a tutti i musulmani di combattere il ‘terrorismo cieco’ e feroce degli Stati Uniti e del Regno Unito, ai quali ha accusato di essere dietro il doppio attentato suicida che questo mese ha lasciato 28 morti in un moschea sciita.”

Julio 23:

“(REUTERS).- L’Iran utilizzerà altre monete diverse dall’euro ed il dollaro per i pagamenti delle sue esportazioni di petrolio, ha detto un funzionario iraniano citato venerdì dall’agenzia di notizie semiufficiale Mehr.

“‘Siamo liberi di scegliere qualunque moneta per le vendite del nostro petrolio…’.”

Luglio 24:

“(REUTERS).- L’Iran ha detto sabato che aveva piani per la costruzione di un reattore di fusione nucleare sperimentale, ha fatto conoscere la televisione statale, mentre le potenze d’Occidente chiedono alla Repubblica Islamica di sospendere i suoi delicati lavori atomici.”

Luglio 25:

“(ANSA).- L’Iran ha detto oggi che ‘risponderà con forza’ alle sanzioni che si appresta a ratificare domani l’Unione Europea al margine della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ‘nell’ambito della lite per lo sviluppo di piani nucleari.”

Julio 26:

“(EFE).- Il ministro iraniano di Difesa, generale Ahmad Vahidi, ha minacciato l’Israele con la sua distruzione totale se commette un’imprudenza contro l’Iran, ha informato oggi l’agenzia ufficiale di notizie Irna.”

Luglio 27:

“(AFP).- La Russia considera ‘inaccettabili’ le sanzioni contro l’Iran adottate fuori del quadro delle Nazioni Unite, ha detto martedì il Ministero russo degli Affari Esteri, dopo l’approvazione lunedì di sanzioni dall’Unione Europea (UE) e il Canada contro Teheran ed il suo settore energetico.”

Luglio 31:

“(AFP).- La Cina si è trasformato nel primo socio commerciale dell’Iran con 21 miliardi e 200 milioni di dollari di scambi contro 14 miliardi e 400 milioni tre anni prima, grazie in parte alla ritirata delle compagnie occidentali per la pressione dei loro governi.

“Le sanzioni internazionali contro l’Iran per il suo polemico programma nucleare, e soprattutto quelle decise dagli Stati Uniti ed i paesi dell’Unione Europea (UE), hanno permesso alla Cina di rinforzare la sua presenza nella Repubblica Islamica.

“Pechino ha detto che non approva le sanzioni decise lunedì scorso dall’Unione Europea (UE) orientate soprattutto al settore petroliero e del gas.”

Le note d’agenzia sull’Iran hanno raggiunto, nel mese di luglio, la cifra di 65.

Agosto 1

“(AFP).- Il capo dello Stato Maggiore Unito degli Stati Uniti ha assicurato domenica che un piano d’attacco degli Stati Uniti contro l’Iran è previsto se Teheran si dota d’un arma nucleare, ma ha affermato di essere ‘eccessivamente preoccupato’ dalle conseguenze che potrebbe avere la misura.

“Un’azione militare contro l’Iran potrebbe avere ‘conseguenze non desiderate difficili da anticipare in una zona incredibilmente instabile’, ha dichiarato l’Ammiraglio Michael Mullen alla NBC.”

Agosto 2:

“(EFE).- L’assessore politico del corpo d’elite dei Guardiani della Rivoluzione Islamica, generale Yadola Javani, ha affermato oggi che l’Iran ‘ha preparato un piano con una dura risposta a qualunque invasione militare statunitense o israeliana’.”

“(EFE).- La Cina ha investito circa 40 miliardi di dollari (30 miliardi e 600 milioni di euro) nei settori del petrolio e gas iraniano, ha informato oggi il giornale ufficiale ‘China Daily.’

“Secondo gli accordi firmati tra ambedue i paesi, l’investimento cinese in progetti petroliere di prospezione ed estrazione ammonterà a 29 miliardi di dollari, mentre i restanti 10 miliardi si destineranno a petrolchimici, raffinerie, oleodotti e gasdotti.”

Agosto 4:

“(ANSA).- Il presidente dell’Iran, Mahmud Ahmadinejad, ha richiamato ad essere ‘preparati per un’eventuale guerra che l’Israele vuole iniziare nell’Oriente Medio’ e ha avvertito che i confronti con il Libano evidenziano ‘la disperazione del regime sionista e la sua disorganizzazione’.”

“(DPA).- ‘Voi (Stati Uniti) potete adottare tante risoluzioni e sanzioni nei nostri confronti fino ad stufarvi’, ha detto Ahmadineyad in un discorso pronunciato a Hamedan, ad ovest del Paese, e che è stato ritrasmesso dalla televisione pubblica.

“‘Ma per quel che riguarda la nazione dell’Iran, non c’importa in assoluto e non pregheremo mai per i suoi prodotti’, ha aggiunto.”

Agosto 5:

“(ANSA).- L’Iran ha presentato una protesta alle Nazioni Unite per le dichiarazioni fatte dal capo di Stato Maggiore statunitense, Mike Mullen, laddove ha detto che Washington ha un piano strategico per un attacco eventuale a Teheran.

“… ha avvertito che reagirà davanti a qualunque attacco…”

“(AP).- Due lettere da diplomatici iraniani alle autorità internazionali evidenziano che ci sono poche speranze di progressi nei prossimi negoziati nucleari, poiché Teheran segue sfidante e poco propenso a fare concessioni.”

“(AFP).- La Cina ha difeso questo giovedì i suoi rapporti commerciali con l’Iran nonostante le pressioni degli Stati Uniti affinché si applichino alla lettera le sanzioni delle Nazioni Unite.”

Agosto 9:

“(EFE).- Conferma l’OIEA che l’Iran è ricorso ad una seconda cascata di centrifughe per rendere più efficace il processo d’arricchimento d’uranio al suo impianto nucleare di Natanz, contraddicendo le risoluzioni delle Nazioni Unite in merito.”

“(DPA).- L’impianto nucleare russo-iraniano di Bushehr sarà inaugurato nel mese di settembre, secondo il portavoce del Ministero degli Affari Esteri dell’Iran, Ramin Mehmanparast.”

Agosto 10:

“(ANSA).- L’Iran produrrà in serie una copia del Bladerunner 51, definito come il motoscafo più veloce del mondo, dotandolo di missili e razzi per utilizzarlo nel Golfo.

“Ha dichiarato un comandante dei [...] Guardiani della Rivoluzione, secondo informazione dell’agenzia FARS.”

“(ANSA).- Un’agenzia iraniana ha diffuso oggi su Internet immagini di scavi che ha definito  come ‘fosse comuni’ preparate per seppellire i cadaveri dei militari che tentino un’invasione contro la Repubblica Islamica.

“Le immagini, presentate dall’agenzia Fars, mostrano in primo luogo la guida suprema, l’ayatollah Alí Jamenei, quando parla alle truppe iraniane, e dopo [...] mostra gli scavi, in una zona desertica…”

Agosto 11:

“(DPA).- L’Israele potrebbe attaccare l’Iran nei prossimi 12 mesi perfino senza il consenso di Washington qualora stimasse che è l’unica forma d’arginare il programma nucleare persiano, scrive l’analista Jeffrey Goldberg in un articolo della rivista statunitense ‘The Atlantic’ nella sua edizione di settembre.”

Agosto 13:

“(EFE).- Il primo impianto atomico dell’Iran, Bushehr, costruito da specialisti russi sulle rive del Golfo Persico, sarà messo in funzione il prossimo 21  agosto, ha annunciato oggi l’agenzia nucleare russa Rosatom.”

Agosto 15:

“(EFE).- Obama è preparato per incontrare Ahmadineyad se l’Iran compie ‘certe condizioni’, ha detto il consigliere di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, James Jones.”

“AFP.- L’Iran annuncia che comincerà la costruzione di un nuovo posto per arricchire uranio nel 2011.”

Agosto 17:

“XINJUA.- Il direttore dell’Organizzazione dell’Energia Atomica dell’Iran, Ali-Akbar Salehi, ha fatto sapere che attaccare le centrali nucleari è un ‘crimine internazionale’ e ha detto che qualunque aggressione contro l’impianto di Bushehr sarebbe seguita da una reazione seria.”

Agosto 18:

“(REUTERS).-  [...] la Repubblica Islamica non dialogherà con gli USA circa il suo programma nucleare a meno che si lascino perdere le sanzioni e le minacce militari.”

“(ANSA).- Il piano dell’Iran per rispondere ad un eventuale attacco militare degli USA include la chiusura dello Stretto d’Ormuz, la ‘presa di ostaggi delle forze nordamericane in Afghanistan ed Iraq’ ed azioni contro l’Israele, secondo ha detto un alto ufficiale iraniano.”

“(EFE).- La Russia spera di caricare il combustibile nucleare nel reattore della centrale nucleare iraniana di Bushehr alla fine di settembre, ha informato oggi il consorzio statale russo Atomstroyexport, incaricato del progetto.”

Agosto 19:

“(AP).- [...] l’ammiraglio Mike Mullen, capo dello Stato Maggiore Unito, ed altri ufficiali e legislatori statunitensi ‘minacciarono’ di utilizzare azione militare sotto la pretesa ‘completamente falsa ” che l’Iran sarebbe stato sviluppando armi nucleari.”

“Mullen ha detto [...] che l’esercito statunitense ha un piano per attaccare l’Iran [...] ha segnalato che il rischio che Teheran sviluppi un arma atomica è inaccettabile, e ha reiterato che ‘la scelta militare’ è ancora sul tappeto.”
Agosto 20:

“(AFP).- L’Iran è pronto a partecipare immediatamente ad un dialogo su uno scambio di combustibile nucleare con le grandi potenze, ha affermato il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad in un’intervista pubblicata questo venerdì in Giappone.

“Mercoledì la Guida Suprema Alí Jamenei ha dichiarato che l’Iran negozierà solo con gli Stati sul programma nucleare se Washington elimina le sanzioni e cessa le sue ‘minacce’ contro Teheran.”

“(AFP).- Funzionari degli Stati Uniti hanno cominciato questo venerdì la visita di otto nazioni, tra cui Brasile ed Ecuador, per insistere sull’applicazione delle sanzioni imposte all’Iran per Washington e le Nazioni Unite per il suo programma nucleare, ha detto il Dipartimento del Tesoro.”

“(AFP).- L’Iran ha effettuato un lancio di prova di un missile terra-terra Qiam, ha annunciato venerdì il ministro iraniano di Difesa, Ahmad Vahidi, senza precisare la data del lancio.”

Agosto 21:

“(AFP).- Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad ha promesso una ‘risposta a livello planetario’ se il suo Paese è attaccato, in un’intervista pubblicata sabato dal giornale Al Sharq del Qatar.

“Le nostre scelte non avranno limiti [...] Riguarderanno tutto il pianeta’, ha affermato il presidente iraniano come risposta ad una domanda riguardante l’eventuale reazione di Teheran di fronte ad un attacco.”

“(ANSA).- Francia e Gran Bretagna hanno ricevuto oggi con sfiducia la notizia dell’avviamento della Centrale Nucleare di Bushehr da parte dell’Iran, al quale hanno chiesto ‘garanzie’ sulla veracità delle fini civili, mentre l’Israele ha considerato il fatto come ‘inaccettabile’.

Agosto 22:

“(AFP).- I leader iraniani hanno presentato domenica un ‘bombardiere’ senza equipaggio (drone), della portata di 1.000 km, in una cerimonia destinata a mostrare la capacità di risposta della Repubblica Islamica di fronte ad un eventuale attacco contro i suoi impianti nucleari.”

“(REUTERS).- L’Iran ha cominciato sabato a caricare combustibile nel suo primo impianto d’energia nucleare, un poderoso simbolo della sua crescente influenza regionale e del suo rifiuto alle sanzioni internazionali progettate per evitare che sviluppassi una bomba atomica.”

“(DPA).- La comunità internazionale deve incrementare la pressione sull’Iran dopo l’apertura della sua prima centrale atomica per evitare che completi il suo programma nucleare, ha chiesto il Ministero israeliano degli Affari Esteri in un comunicato citato oggi da Radio Israele.”

Agosto 23:

“(DPA).- La recente presentazione del primo aereo non pilotato di combattimento fabbricato dall’Iran ha generato nuovi punti interrogativi negli Stati Uniti sulle ‘intenzioni iraniane’, benché la maggiore preoccupazione continui a centrarsi sul programma nucleare di Teheran, ha indicato oggi il Dipartimento di Stato.”

Agosto 24:

“(XINHUA).- Il presidente dell’Iran, Mahmoud Ahmadinejad, ha detto oggi che la Repubblica Islamica conferisce una gran priorità all’ampliamento delle sue relazioni con tutte le nazioni latinoamericane.”

“(DPA).- …Tuttavia, ha respinto la rinuncia all’arricchimento d’uranio dopo l’entrata in funzionamento della centrale di Bushehr, a sud del Paese, il passato sabato.”

Agosto 25:

“(DPA).- L’Iran si è mostrato oggi disposto ad aiutare militarmente le Forze armate del Libano se Beirut realizza una petizione ufficiale al riguardo, ha informato l’agenzia di notizie ISNA.

“‘La nazione libanese ed anche l’Esercito libanese sono i nostri amici e se c’è una petizione ufficiale, saremmo pronti ad aiutarli ed a cooperare con loro nella misura del possibile’ , ha citato ISNA il Ministro di Difesa, Ahmad Vahidi.”

Agosto 26:

“(EFE).- La Russia si è dichiarata oggi disposta a creare con l’Iran un’impresa unita per la produzione di combustibile per il primo impianto nucleare iraniano, Bushehr, benché sottolineasse che l’arricchimento dell’uranio si realizzerebbe solo in territorio russo.”

Alla lista dei 238 motivi si sono aggiunti uno ieri ed altro oggi.

Agosto 27:

“(DPA).- Il direttore dell’Organizzazione Atomica Iraniana, Ali Akbar Salehi, ha informato oggi che l’Iran ha prodotto 25 chili d’uranio arricchito al 20 percento, da utilizzarsi ai fini medici.

“L’agenzia di notizie ISNA ha citato dichiarazioni di Salehi secondo il quale l’Iran tenterà d’utilizzare l’uranio arricchito per la fabbricazione di combustibile. A tale scopo, il Paese persiano ha previsto di terminare la costruzione del suo primo impianto di produzione di combustibile prima del mese di settembre 2011″.

Agosto 28:

“(DPA).- L’Iran ha ritirato i suoi fondi delle banche europee in risposta alle ultime sanzioni decretate dall’Unione Europea (UE) per il suo controverso programma nucleare, ha informato oggi Press TV al suo website.

“Il presidente della Banca Centrale iraniana, Mahmud Bahmani, ha qualificato la decisione di ‘misura di precauzione’ in difesa ad un eventuale congelamento dei conti iraniani, ha detto senza precisare la quantità ritirata.”

Dal 7 settembre, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite esaminerà se l’Iran ha fermato il suo programma nucleare.  Se in ottemperanza della lettera dell’ultima Risoluzione, gli Stati Uniti o l’Israele cercano d’ispezionare una nave mercantile iraniana in acque internazionali, dovranno usare la forza. È il punto dove ci troviamo in questi momenti, senza dubbio, incerti.

Chi abbia letto accuratamente l’importante articolo di Jeffrey Goldberg che sarà pubblicato sotto il titolo di “Il punto dopo il quale non c’è marcia indietro” nella rivista The Atlantic, sa quello che significa questa contraddizione millenaria e quasi insolubile tra ambedue i paesi, niente meno che all’era nucleare.

Non esiste, dal mio punto di vista, la minore possibilità che i leader politici e religiosi dell’Iran accetteranno quell’esigenza.

Fidel Castro Ruz

28 agosto 2010

18.18

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*