Fidel riflessioni »

MAGARI SBAGLIASSE!

Ho letto con stupore le note d’agenzia di fine settimana sulla politica interna degli Stati Uniti, dove è evidente un’usura sistematica dell’influenza del Presidente Barack Obama. Il suo sorprendente trionfo elettorale non sarebbe stato possibile senza la profonda crisi politica ed economica di quel Paese. I soldati nordamericani morti o feriti in Iraq, lo scandalo delle torture e le prigioni segrete, le perdite d’abitazione ed impieghi, avevano scosso la società nordamericana. La crisi economica si estendeva per il mondo incrementando la povertà e la fame nei Paesi del Terzo Mondo.

 Tali circostanze hanno reso possibile la candidatura e successiva elezione d’Obama in una società tradizionalmente razzista. Non meno del 90 percento della popolazione negra, discriminata e povera, la maggioranza degli elettori d’origine latinoamericana ed un’ampia minoranza bianca di classe media ed operaia, specialmente i giovani, ha votato per lui.

Era logico che tra i nordamericani che l’hanno appoggiato si svegliassero molte speranze. Trascorsi otto anni d’avventure, demagogia e bugie nei quali sono morti migliaia di soldati nordamericani e circa un milione di iracheni in una guerra di conquista per il petrolio di quel Paese musulmano che non aveva niente a che fare con l’atroce attacco alle Torri Gemelle, il popolo degli Stati Uniti era disgustato ed mortificato.

Non poche persone dell’Africa ed altre parti del mondo si sono entusiaste con l’idea che ci sarebbero cambiamenti nella politica estera degli Stati Uniti.

Bastava, tuttavia, un’elementare conoscenza della realtà per non cadere in illusioni rispetto ad un eventuale cambiamento politico negli Stati Uniti a partire dall’elezione dal nuovo presidente.

Certamente Obama si era opposto alla guerra di Bush in Iraq prima di molti altri nel Congresso degli Stati Uniti. Dall’adolescenza conosceva le umiliazioni della discriminazione razziale, e così come molti nordamericani ammirava il gran lottatore per i diritti civili, Martín Luther King.

Obama nacque, si formò, fece politica e trionfò all’interno del sistema capitalistico imperiale degli Stati Uniti. Non desiderava né poteva cambiare il sistema. Ciononostante, l’estrema destra l’odia per essere afroamericano e combatte quello che il Presidente fa per migliorare l’immagine deteriorata di quel Paese.

 È stato capace di capire che gli Stati Uniti, con appena il 4 percento della popolazione mondiale, consumano 25 percento circa dell’energia fossile ed è il maggiore emittente di gas inquinanti del mondo.

Bush, nei suoi deliri, non ha sottoscritto nemmeno il Protocollo di Kyoto.

Obama si propone, a sua volta, applicare norme più rigide nei confronti dell’evasione fiscale. Si fa conoscere, per esempio, che dei 52 mila conti finanziari dei cittadini degli Stati Uniti presso le banche della Svizzera, queste forniranno i dati di approssimativamente 4.500 sospetti d’evasione fiscale.

In Europa, alcune settimane fa, Obama si è impegnato davanti ai paesi del G-8, specialmente Francia e Germania, a mettere fine all’uso dei paradisi fiscali da parte del suo Paese, per iniettare enormi quantità di dollari nordamericani nell’economia mondiale.

A circa 50 milioni di cittadini che non avevano assicurazione medica gli ha offerto servizi sanitari.

Al popolo degli Stati Uniti ha promesso lubrificare l’apparato produttivo, frenare la crescente disoccupazione e ritornare alla crescita.

Ai 12 milioni di immigranti  illegali ispanici gli ha offerto mettere fine alle crudeli retate ed il trattamento inumano che ricevono.

Ci sono state altre promesse che non enumero, nessuna delle quali mette in discussione il sistema di dominio capitalista imperialista.

La poderosa estrema destra non si rassegna a nessuna misura che diminuisca minimamente le sue prerogative.

Mi limiterò solo a riferire con parole testuali informazioni provenienti dagli Stati Uniti che stanno arrivando negli ultimi giorni, prese dalle agenzie di notizie e la stampa degli Stati Uniti.

Il 21 agosto:

“La fiducia degli statunitensi nella leadership del presidente Barack Obama ha diminuito sostanzialmente, secondo un’inchiesta resa pubblica oggi dal giornale The Washington Post.”

“Malgrado la crescente opposizione alla riforma del sistema sanitario, l’inchiesta telefonica realizzata insieme alla catena ABC di televisione, dal 13 al 17  agosto tra 1.001 adulti, indica che. .. 49 percento degli intervistati pensa che Obama sarà capace di portare avanti miglioramenti significativi nel sistema sanitario degli ‘USA, e questo è 20 punti percentuali meno che prima che Obama iniziasse la sua gestione presidenziale.”

“Il 55 percento degli intervistati crede che la situazione generale degli Stati Uniti non è quella giusta, comparato col 48 percento nell’aprile.”

“L’infiammato dibattito sulla riforma sanitaria negli Stati Uniti dimostra un estremismo che preoccupa gli esperti che sono allarmati per la presenza di uomini armati in riunioni popolari, le scritte di svastiche e le immagini di Hitler.”

“Gli esperti in crimini d’odio raccomandano vigilare da vicino questi estremisti, e sebbene molti democratici sono rimasti disfatti davanti alle proteste altri hanno deciso di sfidare direttamente i loro concittadini.”

“Una giovane che portava una foto truccata di Obama con un baffo stile Hitler, alimenta la teoria che il mandatario creerebbe ‘pannelli della morte’ che appoggerebbero l’eutanasia di anziani abbandonati.”

“. ci sono chi non vogliono ascoltare e sceglie i messaggi d’odio ed estremismo che l’ex agente dell’Ufficio Federale di Investigazione (FBI) Brad Garrett osserva allarmato.”

“‘Viviamo, certamente, tempi che spaventano’, disse Garrett la settimana scorsa alla catena ABC, ed aggiunse che i servizi segreti ‘temono che possa capitare qualcosa ad Obama’.   

“Lunedì, per esempio, circa dodici persone esibivano vivacemente i loro armi fuori del centro di Congressi di Phoenix (Arizona), dove il governante pronunciava un discorso davanti ai veterani di guerra nel quale ha difeso, tra l’altro, la sua riforma medica.”

“Un altro uomo portava una pistola con la dicitura ?è arrivato il momento d’irrigare l’albero della libertà’, in allusione alla citazione del presidente Thomas Jefferson (1801 1809)  ‘il sangue dei patrioti e dei tiranni’ dovrebbe irrigare l’albero della libertà.”

“Alcuni messaggi sono stati ancora più espliciti augurando ‘la morte ad Obama, a Michelle e alle loro due  bambine’.

“Tali incidenti dimostrano che l’odio è irrotto nella politica statunitense con più forza che mai.”

“Stiamo parlando di gente che grida che porta fotografie d’Obama caratterizzandolo come nazista (…) e che utilizza con disprezzo il termine socialista’, disse ad EFE Larry Berman, dell’Università della California, scrittore di 12 libri sulla Presidenza degli USA), chi attribuisce parte di quello che sta succedendo al lascito latente del razzismo.”

“Dopo che ‘The New York Times’ pubblicasse ieri che la CIA contrattò nel 2004 a Blackwater per compiti di pianificazione, allenamento e vigilanza, nell’edizione d’oggi il giornale fornisce più dettagli sulle attività incaricate a quella controversa impresa di sicurezza privata il cui nome attuale è Xe.”

“Il giornale segnalò che l’Agenzia Centrale d’Intelligenza, (CIA), degli Stati Uniti reclutò agenti di Blackwater per mettere bombe in aerei teleguidati allo scopo di ammazzare dei leader di Al Qaeda.”

“Secondo informazioni fornite da funzionari del governo al giornale ‘The New York Times’, le operazioni si sono realizzate in basi di Pakistan ed Afghanistan, dove la compagnia privata montava e collocava negli aerei missili Hellfire e bombe guidate per laser.”

“L’attuale direttore dell’agenzia, Leon Panetta, decise nel suo momento, cancellare il programma e rivelare nel giugno al Congresso la collaborazione di Blackwater con la CIA”

“La collaborazione di Blackwater terminò prima che Panetta assumesse la direzione della CIA, poiché gli stessi funzionari dell’agenzia discussero l’opportunità che agenti esterni partecipassero ad un programma di assassini selettivi.”

“Blackwater fu la principale compagnia di sicurezza privata incaricata di proteggere personale statunitense in Iraq durante l’amministrazione di George W. Bush.”

Le “sue tattiche aggressive furono criticate in diverse occasioni. Il caso più grave si diede nel settembre 2007, quando agenti dell’impresa ammazzarono 17 civili iracheni.”

“Davanti alle cifre record di suicidi e l’onda di depressione tra i soldati, l’esercito degli Stati Uniti sta preparando a poco a poco formazioni specializzate destinate a rendere i militari ‘più resistenti’ allo stress emozionale relazionato a situazioni di guerra.”

Giorno 22 agosto:

“Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha criticato oggi duramente a tutti quelli che si opponevano al suo piano di riforma del sistema sanitario del Paese accusando loro di diffondere falsità e distorsioni.”

“Come ha segnalato nei suoi discorsi, l’obiettivo della riforma del sistema di servizi medici è quello di frenare il suo vertiginoso costo e garantire la copertura medica a circa 50 milioni di statunitensi che non hanno assicurazione.”

“. dovrebbe essere un dibattito onesto, non dominato da falsità e distorsioni intenzionate diffuse per coloro che traggono più vantaggi se le cose non cambiano.’

“Il Dipartimento di Stato nordamericano continua finanziando la Blackwater, la compagnia privata di mercenari chi sono stati coinvolti in assassini di leader di Al Qaeda e che ora si chiama Xe Services, scrisse oggi il giornale The New York Times.”

“Venerdì, il governatore dello stato di New York, David Paterson, ha assicurato che i media hanno utilizzato stereotipi razziali nella loro copertura di funzionari neri come egli stesso, il presidente Barack Obama ed il governatore di Massachussets, Deval Patrick.”

“La Casa Bianca calcola che il deficit preventivo durante la prossima decade sarà di 2 milioni di milioni di dollari più di quelli pronosticati fino a poco, un colpo demolitore per il presidente Barack Obama ed i suoi piani di creare un sistema sanitario finanziato in gran parte dallo stato.”

“I pronostici nell’arco di 10 anni sono molto volatili e possono variare col tempo. Ciononostante, i nuovi numeri rossi nelle finanze pubbliche esporranno specialmente ardui problemi ad Obama nel Congresso, ed un’enorme ansietà tra gli stranieri che finanziano il debito pubblico statunitense, soprattutto la Cina. Quasi tutti gli economisti li considerano insostenibili perfino con una svalutazione massiccia del dollaro statunitense.”

Giorno 23 agosto:

“Domenica, il principale militare alla testa dell’esercito statunitense si è mostrato preoccupato  per la perdita d’appoggio popolare nel suo Paese alla guerra in Afghanistan, al tempo stesso  ha indicato che il Paese continua ad essere vulnerabile agli attacchi degli estremisti.”

“‘Credo che la situazione in Afghanistan sia grave e si sta deteriorando, ed io ho detto che durante gli ultimi due anni l’insurrezione talebane ha migliorato, è diventata più specializzata’, affermò il capo del comando unito delle forze militari, Mike Sprimaccia.”

“In un’intervista trasmessa dalla catena NBC, Mullen non ha voluto specificare se sarà necessario inviare più soldati.”

“Poco più del 50 percento di quelli consultati in un’inchiesta fatta dal giornale Washington Post e la catena ABC, pubblicata di recente, hanno dichiarato che non vale la pena la guerra in Afghanistan.”

“Alla fine del 2009, gli Stati Uniti avranno tre volte più soldati che i 20.000 che erano spiegati in Afghanistan tre anni” fa.

La confusione regna in seno della società nordamericana.

Il prossimo 11 settembre si compieranno otto anni del fatidico 11-S. Quello stesso giorno avevamo avvertito alla manifestazione della Città Sportiva che la guerra non sarebbe stata la strada per mettere fine al terrorismo.

La strategia di ritirare le truppe dell’Iraq ed inviarle alla guerra dell’Afghanistan a lottare contro i talebani, è un errore. Lì affondò l’Unione Sovietica. Gli alleati europei degli Stati Uniti faranno sempre più resistenza a spargere il sangue dei suoi soldati in quel Paese.

La preoccupazione di Mullen sulla popolarità di quella guerra non è infondata. Quelli che forgiarono l’attacco dell’11 settembre 2001 contro le Torri Gemelle, furono allenati dagli Stati Uniti.

Il Talebano è un movimento nazionalista afgano che non ha niente a che fare con quel fatto. L’organizzazione Al Qaeda, finanziata dalla CIA dal 1979  ed utilizzata contro l’URSS negli anni della guerra fredda, fu chi forgiò quell’attacco 22 anni dopo.

Ci sono ancora fatti oscuri che non sono stati sufficientemente chiariti davanti all’opinione pubblica internazionale.

Obama ha ereditato di Bush quei problemi.

Non ho dubbi che la destra razzista farà il meglio per logorarlo, ostacolando il suo programma per tirarlo fuori dal gioco per qualsiasi via, al minore costo politico possibile.

Magari sbagliasse!        

 

 

Fidel Castro Ruz

24 agosto 2009

17:15

 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*