Articoli su Razzismo

Notizie »

Civili armati statunitensi viaggeranno alla frontiera col Messico per fermare la carovana di emigranti

civiles-armados-migrantes-580x299

Gruppi di civili statunitensi armati, membri di “milizie”, hanno annunciato che si dirigeranno ai confini degli Stati Uniti per fermare gli approssimativamente 6.000 immigranti che si dirigono alla frontiera col Messico. “Osserveremo ed informeremo, ed offriremo aiuto in tutto quello che possiamo”, ha dichiarato il presidente delle chiamate Minutemen del Texas, Shannon McCauley, al The Washington Post. “Abbiamo dimostrato già prima quello che valiamo e lo dimostreremo di nuovo”, ha aggiunto.

Notizie »

Intervento di Angela Davis alla Women’s March anti-Trump, Washington 21 gennaio 2016

angeladavis

In un momento difficile della nostra storia, dobbiamo ricordare a noi stessi che noi le centinaia di migliaia, i milioni di donne, transessuali , uomini e giovani che siamo qui alla Marcia delle donne, noi rappresentiamo le potenti forze del cambiamento che sono determinate a evitare che le culture morenti del razzismo, dell’etero-patriarcato risorgano di nuovo. Noi riconosciamo che siamo agenti collettivi della storia e che la storia non può essere cancellata come le pagine web. Sappiamo che ci riuniamo oggi pomeriggio sulla terra indigena e noi seguiamo l’esempio dei primi popoli che nonostante la massiccia violenza genocida non hanno mai rinunciato alla lotta per la terra, l’acqua, la cultura, la loro gente. Noi in particolare salutiamo oggi i Sioux di Standing Rock.

Notizie »

Scusateci tutti, Emmanuel e Chinyery

Emmanuel

Da qualche parte tra qualche giorno, probabilmente qualcuno avrà un cuore nero che gli batte nel petto bianco. Da qualche parte tra qualche giorno qualcuno potrà tornare a guardare il mondo con due occhi neri, di quel nero che hanno solo gli uomini nati nell’anima dell’Africa. Da qualche parte tra qualche giorno qualcuno tornerà a vivere grazie alla morte dell’uomo nero.

Notizie »

Dramma di Ferguson ravviva razzismo ed impunità negli Stati Uniti

La tensione era palpabile questo mercoledì negli Stati Uniti, dopo una seconda notte di collera per la liberazione del poliziotto bianco che ha ammazzato un giovane nero disarmato a Ferguson, in un fatto che ravvivò i vecchi demoni del paese: razzismo ed impunità. Decine di migliaia di persone si manifestarono in 170 città degli Stati Uniti martedì nella notte per reclamare giustizia, dopo la decisione di un gran giurì di non imputare il poliziotto Darren Wilson che ha ucciso il giovane nero Michael Brown, in un polemico caso il 9 agosto a Ferguson (Missouri).

Notizie »

Il padre del giovane negro assassinato negli Stati Uniti chiede calma ai manifestanti ed ai gruppi per i diritti civili

I genitori di Michael Brown insieme al reverendo Al Sharpton

Il padre dell’afro-americano Michael Brown, ucciso da un poliziotto a Ferguson, in Missouri, lo scorso mese di agosto, ha chiesto ai manifestanti ed ai gruppi per i diritti civili di mantenere la calma fin quando non giunga una decisine del gran giurì. “Io e la mia famiglia stiamo soffrendo. Tutta la nostra regione è danneggiata. Vi ringrazio per aver alzato le vostre voci per porre fine alla discriminazione razziale ed all’intimidazione della polizia, ma ferire altre persone o distruggere la proprietà non è la risposta”, ha affermato Michael Brown Sr. in un video-messaggio diffuso i giorni scorsi.

Notizie »

Commissione dell’ONU approva progetto anti-razzista, gli USA si oppongono

racismo

La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato oggi un progetto di risoluzione che esige fortificare nel pianeta il combattimento del razzismo e della xenofobia, iniziativa alla quale gli Stati Uniti si sono opposti. Il testo intitolato “Combattendo la glorificazione dei nazismi e di altre pratiche che stimolano forme contemporanee di razzismo, discriminazione razziale, xenofobia ed intolleranza” ha ricevuto l’appoggio di 126 paesi, ci sono state 50 astensioni ed ha anche ricevuto il rifiuto del Canada e di Palau.

Notizie »

Ku Klux Klan sollecita difendere un viale dagli immigranti in Georgia

kkk

L’organizzazione razzista statunitense Ku Klux Klan sollecitò al governo dello stato nordamericano di Georgia che gli permettesse la vigilanza di un viale nella località di Unione County, per garantire la sua “pulizia, tranquillità e progresso.” La domanda formale dei chiamati Cavalieri Keystones, un capitolo del KKK nel territorio meridionale, è datato 21 maggio ed è stato diretto al Dipartimento di Urbanità della Georgia, ma non chiarisce che attività specifica realizzerà nell’area.

Notizie »

Nasce una pagina web che raccoglie i casi di razzismo in Europa

maparacismoue

L’Atlante del Razzismo, è il nome del sito web RED, una pubblicazione digitale con l’obiettivo di denunciare e documentare gli atti razzisti e xenofobi che succedono in vari paesi europei. Gestito da una rete d’investigazione formata da quasi 20 istituzioni, RED analizza il numero e la tipologia degli episodi di discriminazione verificati nei 17 paesi che, per il momento, fanno parte del progetto.