Notizie »

Seppelliscono in Paraguay i contadini uccisi nello scontro con la polizia

Sette degli 11 contadini paraguaiani morti in uno scontro con la polizia venerdì scorso durante l’evacuazione delle terre che occupavano, sono stati seppelliti oggi nei cimiteri del distretto di Cunandeyù, ad oltre 240 chilometri da Asuncion.

Benché i parenti e compagni delle vittime avessero esposto di realizzare le esequie nella tenuta dove si registrarono gli incidenti, dopo aver accompagnato i corpi in una cappella della chiesa di Santa Lucia, hanno deciso di svolgere il funerale nei cimiteri del luogo.

Centinaia di persone accorsero, in mezzo ad una pertinace pioggia, ad accompagnare le umili casse in cui sono stati trasportati i resti per ricevere sepoltura.

Il dirigente dell’organizzazione dei contadini senza terra, Luis Aguayo, ha detto che si seguirà un piano di azione per esigere allo Stato il recupero delle terre ottenute dai proprietari terrieri in forma corrotta, come quelle della tenuta dove si svilupparono gli incidenti.

Assicurò che, la morte di 11 contadini è stata provocata da pallottole con lo scopo di assassinarli, ed ora esiste una forte persecuzione, perché non si permette al popolo di sapere il destino di circa 50 detenuti.

Da parte sua, il nuovo ministro dell’Interno, Ruben Candia, annunciò un nuovo procedimento per lo sgombero di terre occupate, che elimina il protocollo vigente che stabiliva il dialogo previo con presenza delle autorità civili, prima dell’intervento poliziesco.

Il ministro non scartò che persone infiltrate tra gli occupanti della proprietà in lite siano state le responsabili degli spari contro la polizia originando la fatale conclusione dell’operazione poliziesca.

Il ministro respinse le critiche di organizzazioni politiche e sociali che realizzarono oggi una manifestazione di fronte al ministero ripudiando la sua nomina ed accusandolo di avere appoggiato e coperto torture durante la dittatura di Alfredo Stroessner.

I suoi critici hanno affermato che Candia, militante dell’oppositore Partito Colorado, durante la sua più recente funzione come Fiscale della Repubblica, favorì i proprietari terrieri per mantenere le terre suppostamente ottenute in forma irregolare.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*