Notizie »

Signori delle guerre

Alaistair Campbell, che fu segretario di stampa dell’ex primo ministro britannico Tony Blair, afferma che il magnate dei mezzi di comunicazione Rupert Murdoch, cercò di accelerare l`intervento della Gran Bretagna nella guerra in Iraq. Nonostante il fatto in questione risalga al 2003 solamente in questi giorni è divenuto di dominio pubblico , tra le altre cose esistono alcuni dettagli squallidi che poco a poco sono usciti allo scoperto e che riguardano uno dei più scandalosi crimini commessi quasi al principio del nuovo secolo.

Senza dubbio stiamo parlando della Guerra contro l`Iraq, contro la sua sovranità e la sua popolazione civile, per strappargli risorse, convocata attraverso colossali truffe ufficiali da Washington.

 Poco a poco si delineano i nuovi profili di quanti si sottomisero da altri poteri ed altre posizioni alla sinistra cospirazione, affinchè nessuno mai dimentichi chi occupò ruoli infami in trame come quelle che in seguito vennero riproposte in Libia, e che nessuno ancora sa in quale altro posto in futuro.

 Insieme alla figura di un Blair consenziente, troviamo ora l`immagine del magnate australiano Murdoch, quello dei legami sporchi con la stampa britannica, e le intercettazioni telefoniche, che spingeva a quel tempo senza pensare affinchè si intensificassero i preparativi per la guerra.

Chiara dimostrazione della condotta senza scrupoli dei signori della guerra, disposti a distruggere la vita di qualsiasi nazione del terzo mondo.

 Preso da www.cubadebate.cu

 Traduzione di Paola Flauto

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*