Notizie »

Soldato Manning ottiene una vittoria temporale in giudizio negli Stati Uniti

Bradley Manning

Bradley Manning

Il soldato Bradley Manning, accusato della più grande filtrazione di segreti statali nella storia statunitense, ha ottenuto un successo parziale nella sua lotta per ottenere che Washington collabori con il suo team legale della difesa.

I magistrati che presiedono il giudizio nell’unità Fort Meade, nel Maryland, ordinarono al governo del presidente Barack Obama di sbloccare un archivio di documenti collegati alla presunta cooperazione di Manning con il sito web WikiLeaks.

D’accordo con gli avvocati, i nuovi dati potrebbero aiutare a fare chiarezza su alcune imputazioni che sono state fatte contro il giovane militare, e persino se è dichiarato colpevole, contribuirebbero a ridurre qualsiasi sentenza emessa dalla corte marziale, programmata per settembre.

Dopo una permanenza di due anni in un carcere senza giudizio, Manning è stato trasferito a febbraio a Fort Meade- nord est del paese- per essere accusato formalmente di collaborare con il nemico.

Le 22 imputazioni insolute includono trattamento incorretto di dati d’intelligenza, furto di proprietà privata del Pentagono, diffusione illecita di comunicazioni d’intelligenza e attività fraudolenta in collegamento con l’uso dei computer.

Kristinn Hrafnsson, portavoce di Wikileaks, sottolineò che l’accusato è “un prigioniero politico che ha agito per un mondo migliore, soltanto un eroe ha il coraggio di effettuare la più grande filtrazione, bisogna incoraggiare le persone a che l’appoggino, ha concluso.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*