Notizie »

Tony Blair, accusato di essere un “criminale di guerra”

Un intruso nella Corte Reale di Giustizia britannica gridò a Tony Blair che era un “criminale di guerra” in un’udienza di investigazione dove l’ex primo ministro stava dichiarando.

“Questo uomo deve essere arrestato per crimini di guerra”, disse in riferimento a Blair. E riuscì anche ad aggiungere, prima che le guardie di sicurezza lo buttassero fuori dalla sala: “JP Morgan gli pagò per la guerra dell’Iraq tre mesi dopo l’invasione all’Iraq, loro rubarono 20.000 milioni di dollari alla banca dell’Iraq e da allora gli pagano sei milioni di dollari ogni anno”, gridava mentre le guardie lottavano per espellerlo dalla corte.

Il giudice Leveson si mostrò molto sorpreso e disse: “Mi dispiace, signor Blair. Mi piacerebbe sapere come questo uomo riuscì ad accedere alla corte attraverso quello che si suppone che è un corridoio sicuro”. Ordinò un’investigazione immediata sulla violazione della sicurezza e subito dopo chiese scusa a tutti.

Blair non ha potuto rimanere silenzioso davanti a quanto accaduto e sottolineò “affinché rimanga costanza nel registro, posso solo dire che quello che ha detto questo signore sull’Iraq e JP Morgan è completamente falso.”

Il manifestante è stato arrestato sotto l’accusa di causare disordine pubblico.
L’interruzione ricorda il vergognoso incidente nel quale Rupert Murdoch ha ricevuto l’anno scorso una torta in faccia in un’udienza di un comitato legale. In quell’occasione, sua moglie, Wendi Deng, saltò in sua difesa colpendo l’attaccante di suo marito.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*